“Correndo senza frontiere”. Festa per atleti disabili

Condividi:
“Correndo senza frontiere”. Festa per atleti disabili

Una sessantina tra atleti con disabilità intellettivo-relazionale e i loro accompagnatori in rappresentanza di 4 associazioni cittadine. Questi i numeri della quarta edizione di “Correndo senza frontiere – Tutti insieme”, la non competitiva di 3 km, organizzata dal CSI di Ravenna e inserita all’interno della Maratona di Ravenna. Domenica 13 novembre, il gruppo dei partecipanti si è trovato al via di Porta Serrata. E, dopo un percorso nel centro storico, toccando alcuni monumenti, il gruppo ha varcato il traguardo posto di fronte al MAR, Museo d’arte città di Ravenna, stesso traguardo poi tagliato dai tanti podisti che hanno preso d’assalto la città romagnola, contribuendo allo straordinario colpo d’occhio offerto dalla città. Protagoniste la Gym Academy col Progetto Basket per ragazzi con disabilità, i Cacciatori di idee con il progetto ExtrAbili, la cooperativa La Pieve con i ragazzi impegnati nei servizi del Centro stampa, Arcobaleno, La Valle, San Francesco e Officine Creative e il Centro Sport Terapia Judo. Sul palco gli atleti di “Correndo senza frontiere” sono stati premiati dal Prefetto di Ravenna, Castrese De Rosa, dal sindaco di Massa Lombarda, Daniele Bassi, membro dell’assemblea dei sindaci della Provincia, dal presidente di Ravenna Runners Club, Stefano Righini e dal presidente del CSI Ravenna, Alessandro Bondi, che ha ribadito al termine: «C’è bisogno di garantire un’attività sportiva seria, sana e gioiosa alle tante persone che, per via della loro disabilità, non trovano molte occasioni per esprimersi in pieno. Confidiamo di essere ancora più numerosi nella prossima edizione».