CSI Arezzo: i premiati col Discobolo d'oro 2024

Sabato 6 luglio presso la Sala di giustizia del Vescovado della Diocesi di Arezzo le premiazioni della nuova edizione del premio, legate alla promozione dello sport nel territorio aretino

Condividi:
CSI Arezzo: i premiati col Discobolo d'oro 2024

Torna una nuova edizione del “Discobolo” promosso dal CSI di Arezzo, con le premiazioni legate alla promozione dello sport nel territorio aretino. Per la seconda volta a luglio – precisamente sabato 6 – in quella che sarà una giornata di grande festa per i colori arancioblu, presso la Sala di Giustizia del Vescovado della Diocesi di Arezzoi, i riconoscimenti del “Discobolo” andranno a cinque selezioni: sport innovativo; sportivo/a dell’anno; miglior gesto di Fair Play; oratorio dell’anno e "Sport&Etica: educhiamo con lo sport". La giuria del nuovo “Discobolo” sarà, come ogni anno, di tutto rispetto grazie alle rappresentanze della Diocesi di Arezzo, CONI, Panathlon e del CSI stesso.

Di seguito tutti coloro che verranno premiati durante la nuova edizione del Discobolo CSI a luglio:

Sport innovativo: Minigolf Cavriglia

Sportivo/a atleta e società dell’anno: Iacopo Lisi - Manuela Innocenti

Oratorio dell’anno: San Donato Arezzo

Sport & Etica: Tma 

Segreteria dell’anno: Olmoponte Santa Firmina                       

Storie da raccontare: Gioele Meoni

Premio Cerbai – promotore dello sport in Italia: Antonella Bianchi

Spiega il Presidente del CSI di Arezzo, Lorenzo Bernardini: «Dopo l’evento del 2023 il Discobolo del CSI ha raggiunto la terza edizione. Quest’anno il premio vede la conferma in quelle categorie in cui il Centro Sportivo Italiano è in prima linea tutti i giorni grazie alle attività di oratori, società sportive e manifestazioni istituzionali. Sarà un momento per premiare coloro che avranno svolto azioni meritevoli nelle varie categorie, aperte non solo a società tesserate con il CSI ma a tutte coloro che operano in dinamiche del territorio aretino, avendo l’iniziativa un carattere legato alla provincia di Arezzo; potranno, quindi, essere selezionate dalla nostra giuria, composta da membri di prim’ordine».