Como promuove lo sport inclusivo

Nel capoluogo lariano il 16 dicembre c'è l'Hackathon

Il CSI Como lancia la sfida ai giovani tra i 15 e i 25 anni. Una vera e propria gara di idee. Dopo un momento iniziale di formazione, matching e warm up della squadra, quindi due check up con i tutor e la presentazione delle idee.

Condividi:
Como promuove lo sport inclusivo

Pensare e ripensare percorsi di attività sportiva inclusivi. È questa la sfida che il CSI Como lancia ai giovani tra i 15 e i 25 anni con l’Hackathon.
Sabato 16 dicembre, dalle 9 fino alle 17, presso la sede del CSI lariano, si svolgerà una vera e propria “gara di idee”, una sfida tra giovani per costruire insieme proposte e soluzioni concrete affinché davvero l’attività sportiva possa essere per tutti strumento di aggregazione, di educazione e di crescita. In mattinata i giovani potranno seguire un momento di formazione tenuto da un professionista specializzato sul tema dello sport inclusivo che spiegherà le problematiche e le sfide del territorio. Focus su tre aspetti in particolare: favorire la sensibilizzazione della comunità nella promozione dello sport come strumento di salute e coesione, incrementare l’accessibilità alle varie iniziative sportive, ma anche alle strutture e infine rendere le proposte sportive sempre più inclusive e promotrici di coesione. Quindi la gara vera e propria. I partecipanti, affiancati da un tutor, potranno sfidare da soli o in squadra, i coetanei nell’ideare soluzioni innovative da sperimentare nei prossimi mesi. Al termine una giuria specializzata premierà l’idea migliore.