Oggi alle 20:30 il webinar: Safeguarding e società sportive - Tra adempimenti e modelli di prevenzione Scopri

Il CSI al BeActive Multi Sport Village

Presentato il progetto Easy Sport

Condividi:
Il CSI al BeActive Multi Sport Village

Nella mattinata di venerdì 24 settembre al Foro Italico di Roma si è svolto l’evento centrale della Settimana Europea dello Sport #BeActive, giunta quest’anno alla settima edizione. All’interno del BeActive Multi Sport Village, organizzato da Sport e Salute e dal Dipartimento per lo sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Capo Dipartimento Michele Sciscioli ha incontrato i tre rappresentanti degli Enti di Promozione Sportiva: Vittorio Bosio (Presidente CSI), Antonino Viti (Presidente ACSI) e Tiziano Pesce (Presidente UISP).
Il Dipartimento per lo sport ha finanziato i progetti degli EPS, che sono stati selezionati proprio per il ruolo fondamentale dell’attività sportiva nell’inclusione sociale, in un’ottica di reale rilancio e ripartenza dello sport di base.
Nel corso dell’incontro il presidente CSI, Bosio, ha presentato il progetto Easy Sport, finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri-Dipartimento per lo sport, nell'ambito dell'Avviso Pubblico del 2 dicembre 2020 destinato agli Enti di Promozione Sportiva: «Il progetto Easy sport può rappresentare un importante modello di integrazione fra lo sport e la scuola, due realtà che hanno a cuore l’educazione dei più giovani. Partendo da qui è possibile sperimentare nuove possibilità di collaborazione e integrazione. Lo sport è esperienza, più che materia scolastica o addestramento agonistico. Si tratta di una sfida culturale che ci sta a cuore e che vuole esemplificare un modello di possibile crescita di cultura sportiva nel Paese. Grazie al finanziamento del Dipartimento dello Sport il progetto Easy Sport si svilupperà in 26 province, 15 regioni, 57 scuole di ogni ordine e grado e 96 società sportive, coinvolgendo nelle varie attività oltre 7.000 ragazzi e ragazze che potranno vivere la doppia dimensione dello sport a scuola e nelle società sportive».

Il progetto Easy Sport
Il progetto Easy sport intende favorire la collaborazione tra società sportive e istituti scolastici, con la partecipazione dei soggetti del terzo settore per implementare la funzione sociale ed educativa durante e dopo l’orario curricolare, nell’ottica del “welfare sportivo”. L’idea progettuale è di promuovere attività sportive ad alta accessibilità nella fase della ripartenza post Covid-19, in particolare attraverso una rete territoriale di circuiti sportivi scolastici da sviluppare nelle 16 regioni coinvolte. Easy sport propone infatti versioni semplificate di discipline sportive già note e di discipline emergenti, ma in una forma più agevole, adattabili al gruppo classe ed anche ai diversamente abili, garantendo pari opportunità e partecipazione a tutti, con l’ausilio di kit specifici di materiali sportivi. Dal dodgeball al tchoukball, dall’easy volley all’easy basket, per proseguire con altre suggestioni sportive, tra arti marziali, walking, Easy sport vuole essere un progetto di rilancio e di autentica promozione sportiva. Non mancheranno, inoltre, semplici precauzioni metodologiche e adeguati protocolli, elaborati con la consulenza scientifica del dipartimento di Igiene e sanità pubblica dell’Università Cattolica di Roma. Per accompagnare le varie attività è previsto anche un percorso formativo su unità didattiche, pensato per gli allenatori, operatori e gli insegnanti, per favorire l’apprendimento e lo sviluppo dei fondamentali di gioco e le necessarie finalità educative e sociali. Per contrastare il fenomeno della povertà educativa, e per dare un sostegno concreto alle famiglie con difficoltà economica, il progetto prevede un particolare contributo finalizzato al riconoscimento della quota di iscrizione, dei materiali, uniformi e divise di gioco da utilizzare all’interno delle società sportive coinvolte. Per il CSI si tratta di un ulteriore passo nell’ottica delle politiche sociali attraverso lo sport, per favorire la costruzione di percorsi di continuità tra agenzie educative sui territori, al servizio, delle persone e delle comunità, da sempre elementi caratterizzanti dell’Associazione.

Le realtà coinvolte
Il progetto Easy sport assume i territori come risorsa principale per la ripartenza della pratica sportiva. Di seguito i comitati CSI coinvolti:
Abruzzo: Pescara, Teramo
Basilicata: Matera, Melfi, Potenza
Campania: Cava de’ Tirreni, Salerno
Emilia Romagna: Carpi, Modena, Reggio Emilia
Lazio: Roma
Liguria: Chiavari, Genova
Lombardia: Bergamo, Mantova
Marche: Pesaro-Urbino
Piemonte: Asti, Torino, Verbania
Puglia: Bari, Foggia, Ostuni
Sardegna: Sassari
Sicilia: Catania, Palermo
Toscana: Pisa, Pistoia
Trentino: Trento
Umbria: Perugia, Terni