Campionato nazionale Sport&Go 2024 Scopri

Urbino-Modena è la finale della Volley TIM Cup

San Pio X Fano ed Oratorio Gesù Redentore Modena in campo alle ore 17 al “105 Stadium” di Rimini

I due sestetti hanno conquistato il palcoscenico rosa della Coppa Italia, superando le rivali di Firenze e Treviso. Alle 18,15 sapremo quale delle due capitane alzerà il trofeo, scrivendo il nome del suo oratorio nella prima edizione del torneo

Condividi:
Urbino-Modena è la finale della Volley TIM Cup

Anche la Volley TIM Cup, dopo mesi di attesa ha le sue finaliste. San Pio X di Fano (Urbino) ed Oratorio Gesù Redentore di Modena sono le squadre dei due oratori che oggi pomeriggio al 105 Stadium di Rimini si contenderanno la prima edizione della Volley TIM Cup. In un palcoscenico da sogno, sul campo rosa della finale di Coppa Italia, i sestetti under 16 del CSI scenderanno in campo prima di Igor Gorgonzola Novara-Liu Jo Modena, attesissima finale della Coppa Italia del volley femminile. Emiliane e marchigiane arrivano caricatissime alla finale di oggi pomeriggio, dopo i brillanti successi del mattino nelle rispettive semifinali. Le fanesi hanno vinto 2-0 (15-13, 15-12) un tiratissimo match contro l’Oratorio S. Jacopo in Polverosa di Rifredi – Firenze. Sotto i colpi vincenti delle due schiacciatrici,  Francesca Iannelli e Annalisa Mencarini hanno lottato punto a punto portando a casa la vittoria che ora spalanca un sogno. “Arrivate fin qua – afferma il 34enne coach Mattia Brunetti – manca solamente un passo. Comunque vada sarà un successo!”. “Brave tutte – gli fa eco al termine del match, l’assistent coach, Michela Luzzietti – la nostra forza è il gruppo e qui al Palasport di Cervia lo abbiamo dimostrato”.

 

Nella semifinale giocatasi in contemporanea al Palasport di Cesenatico le giovani promesse della Parrocchia Gesù Redentore di Modena, tifosissime della Liu Jo, hanno invece dovuto ricorrere al terzo set, per piegare le venete del Bessica Treviso, dopo il primo set perso per 11-15, superandole nei due successivi per 15-4 e 15-8. Sugli scudi il martello Giulia Zironi “è la nostra Piccinini - scherza coach Andrea Tassoni, al suo primo anno come allenatore del sestetto modenese - molto precisa e puntuale come la capitano della Liu Jo”  e la carismatica capitano Chiara “Peppa” Pedrazzi, che sogna di poter alzare la coppa degli oratori davanti alle sue beniamine. A proposito, anche alle ore 17 - orario del fischio d’inizio della Volley TIM Cup - ci sarà una Fabris chiamata dallo speaker del 105 Stadium. Prima dell’opposto croata della Liu Jo, a sudare e murare a rete scenderà in campo l’omonima Giada, centrale del Gesù Redentore. “Se vinciamo, chiederemo la maglia alla più celebre pallavolista per regalargliela” promette per scherzare Chiara Di Fonso, allenatrice in seconda delle modenesi.

 

Per Firenze e Treviso la corsa al titolo si è comunque conclusa con un bronzo – parimerito, che le vedrà premiate sul podio in un Palazzetto riminese strapieno. Per entrambe, come per tutte le finaliste della Volley TIM Cup, una domenica particolare…da incorniciare.