A casa dell’Atalanta uniti contro le discriminazioni

I nerazzurri Giorgio Scalvini ed Endri Muhameti ospiti della Junior TIM Cup

Nella giornata del 1° marzo, al Centro Sportivo Bortolotti si è tenuto l’appuntamento della campagna “Keep Racism Out”

Condividi:
A casa dell’Atalanta uniti contro le discriminazioni

Marzo inizia nel migliore dei modi per un oratorio del bergamasco: si tratta dei ragazzi dell’Oratorio Martinengo, che sono stati accolti dall’Atalanta all’interno del Centro Sportivo Bortolotti, dove hanno incontrato i nerazzurri Giorgio Scalvini ed Endri Muhameti.

La visita rientra negli appuntamenti della Junior TIM Cup – Keep Racism Out, il torneo under 14 di calcio a 7 organizzato dalla squadra Lega Serie A, TIM e Centro Sportivo Italiano. In questo speciale campionato, la sfida si svolge anche al di fuori del campo da gioco, coinvolgendo i ragazzi e le ragazze partecipanti in iniziative e percorsi formativi in grado di stimolare la riflessione sul concetto di discriminazione.

E così, dopo l’incontro svoltosi al Mapei Football Center, è stata l’Atalanta a giocare la partita della campagna Keep Racism Out. L’allenamento esclusivo dell’Oratorio Martinengo è iniziato alle ore 15, con l’ingresso al Bortolotti e il trasferimento nella Sala Conferenze, all’interno della Palazzina Mino Favini. Qui i ragazzi sono stati accolti da Umberto Marino, direttore generale di Atalanta BC che ha fatto gli onori di casa, portando il saluto del presidente Antonio Percassi e dell’amministratore delegato Luca Percassi.

Subito l’incontro è entrato nel vivo con Giorgio Scalvini ed Endri Muhameti. I ragazzi hanno avuto l’opportunità di chiacchierare con loro non solo di quanto succede sul campo, ma anche del loro impegno scolastico – entrambi hanno studiato, conseguendo il diploma, mentre crescevano nel settore giovanile nerazzurro – e di quando hanno iniziato a giocare nelle società sportive di base e in oratorio.

I giovani calciatori hanno poi preso parte all’intervento dal tema “Il calcio libero dal razzismo”, tenuto da due professioniste del Settore Giovanile nerazzurro, la psicopedagogista Lucia Castelli e la psicologa dello sport Anna Ferrari, che hanno approfondito con i ragazzi la tematica della discriminazione razziale. Presenti all’incontro anche Omar Daffe dell’Ufficio CSR di Lega Serie A, Alessio Franchina, dirigente della Presidenza Nazionale del Centro Sportivo Italiano, e Gaetano Paternò, presidente del CSI di Bergamo.

La Junior TIM Cup tornerà protagonista nel fine settimana del 4 e 5 marzo, con due speciali “Walk About” negli ambienti della Serie A. L’appuntamento è al Gewiss Stadium prima di Atalanta–Udinese e al Meazza prima di Inter–Lecce. Per rimanere aggiornati sulla stagione 2022/2023, basterà seguire i profili social di Lega Serie A, TIM e Centro Sportivo Italiano, attraverso gli hashtag #JuniorTIMCup e #KeepRacismOut.