Campionato nazionale Sport&Go 2024 Scopri

Real Eyes Sport: presentata la squadra di calcio a 5 ipovedenti

Condividi:
Real Eyes Sport: presentata la squadra di calcio a 5 ipovedenti

Gli ingredienti per fare la magia ci sono tutti: il CSI, un pluricampione paralimpico dal sorriso contagioso, una squadra di calcio a 5 di ragazzi ipovedenti con una grinta e una bravura tecnica spaventosa e una location di prestigio. Tanto è servito per creare l’effetto meraviglia a Palazzo Marino quando il Presidente del CSI Milano, Massimo Achini, e il Presidente di Real Eyes Sport, Daniele Cassioli, hanno presentato alla stampa il progetto di calcio inclusivo sull’ipovedenza.

Al tavolo dei relatori anche il Presidente della Commissione Olimpiadi e Paralimpiadi di Milano Cortina 2026, Alessandro Giungi, e l’Assessore allo Sport e ai Giovani di Regione Lombardia, Stefano Bolognini. «È una gioia presentare insieme al CSI questo campionato perché, con tale iniziativa, appare chiaro quanto si possa fare giocando di squadra. Avere accanto il CSI di Milano, Ente che è da anni un riferimento per lo sport di base, ci sta regalando opportunità inimmaginabili. Sono sicuro che questo sia il primo mattoncino di un’amicizia e collaborazione che ci farà fare grandi cose e soprattutto che sia una speranza per tutti quei ragazzi disabili che, pur non andando alle Paralimpiadi, sognano di fare sport al pari dei propri amici vedenti». Queste le parole di Daniele Cassioli, entusiasta quanto il Presidente Achini, che ha subito lanciato una sfida agli uffici comunali e al primo cittadino: «Abbiamo pensato di creare, parallelamente a questo primo campionato per ragazzi ipovedenti, una Champions League fatta di una serie di match particolari che hanno il sapore della sfida – ha spiegato Massimo Achini – Abbiamo ufficialmente invitato il Sindaco di Milano Giuseppe Sala a compiere una follia: creare una squadra di calcetto, indossare la maschera che riproduce la disabilità visiva dei calciatori di Real Eyes e affrontarli sul campo in una partita vera e propria. Lo stesso invito vorremmo estenderlo al personale medico dei reparti di Oculistica dei grandi ospedali milanesi, con cui già collaboriamo».

Il guanto di sfida è stato lanciato. Gianluca, Matteo, Marco, Gianluca, Alessio, Giacomo e il loro capitano Alfonso aspettano solo che venga raccolto. All’evento hanno preso parte e sono intervenuti anche i massimi vertici delle istituzioni sportive regionali, come il Presidente del CIP Lombardia, Pierangelo Santelli, e i vicepresidenti del CONI Lombardia, Claudio Pedrazzini e Carola Mangiarotti, oltre a Jacopo Mazzetti di Fondazione Milano Cortina 2026, ad Andrea Citterio di AC Monza e a Filippo Grassia, Presidente del Panathlon e volto storico del giornalismo sportivo.