Oggi alle 20:30 il webinar: Safeguarding e società sportive - Tra adempimenti e modelli di prevenzione Scopri

MTB Genova: in cento a pedalare nella prima tappa

A Torrazza di S. Olcese (GE) due percorsi diversi, studiati per biker di età e abilità diverse. Ottimi risultati per la società di casa, la Liguria MTB, al traguardo otto volte sul gradino più alto del podio

Condividi:
MTB Genova: in cento a pedalare nella prima tappa

Sono stati circa un centinaio i partecipanti domenica 21 aprile a Torrazza di S. Olcese (GE) alla prima tappa del circuito di MTB organizzato dal Comitato ciessino genovese con la fondamentale collaborazione logistica dei dirigenti, tecnici e volontari delle società affiliate.

Otto i successi al traguardo per Liguria MTB, tre per Ponente Outdoor Bike Spot, uno per RAD MTB School. In gara a pedalare anche la MTB Wolves Busalla, sul podio con un bronzo, e Genova MTB School S. Eusebio con un bell’argento.

Per le categorie 5 -9 anni il campo di gara prevedeva due percorsi, rispettivamente di 70 e 150 metri circa, con ostacoli vari, da ripetere in due manche.
Dai 10 ai 14 anni invece il tracciato era stato disegnato nel bosco, per un percorso lineare di circa 400 metri, e due varianti che gli atleti potevano scegliere.

«Sono assai contento di vedere mantenuto lo spirito di questo circuito, condiviso dai tecnici di tutte le società e dai genitori – sottolinea Enrico Carmagnani presidente del CSI Genova – Ringrazio Liguria MTB per la perfetta organizzazione di questa tappa. Certamente la parte agonistica con i diversi percorsi preparati in modo impeccabile, sono aspetti importanti ma apprezzo soprattutto il clima di festa che continua ad essere la cifra del Centro Sportivo Italiano e su questa strada vogliamo continuare ad andare».
«Tutto è filato nel migliore dei modi, senza intoppi – dice Diego Alfonsoni Presidente ASD Liguria MTB, una tra le società storiche del CSI di Genova con circa 120 tesserati fra bambini e ragazzi oltre ad una trentina di adulti – con una cinquantina di piccoli atleti impegnati al mattino nel percorso più semplice del campo base ed altrettanti, più grandi, nel pomeriggio in quello maggiormente performante nel bosco che prevedeva passaggi non banali e curve e discese che richiedevano una certa abilità tecnica. Abbiamo aumentato il numero delle categorie per dare a tutti la possibilità di esprimersi secondo le proprie abilità tecniche, mettersi in gioco e divertirsi in totale sicurezza».