Campionato nazionale di nuoto 2024 Scopri

Il GS CSI Morbegno sul tetto del cross arancioblu

A Calco i “diavoli rossi” valtellinesi conquistano, 11 anni dopo, la classifica generale del campionato nazionale di campestre del CSI

Il sodalizio del CSI Sondrio supera il 5 Stelle Seregnano e il GP Santi Nuova Olonio. I 30 campioni individuali sono 14 lombardi, 10 veneti e 3 trentini. Un oro ad Umbria, Emilia e Toscana Nelle 176 staffette domenicali, brillano Belluno nell'assoluto e Lecco, Sondrio ed il Friuli nel giovanile

Condividi:
Il GS CSI Morbegno sul tetto del cross arancioblu

Una corsa campestre per molti impegnativa sul percorso a saliscendi di Calco. Nella Brianza lecchese, con vista Resegone (i "monti sorgenti" di manzoniana memoria), il 25° Campionato nazionale CSI di corsa campestre ha ancora una volta regalato una giornata memorabile ai quasi 2000 atleti in gara e alle centinaia di accompagnatori, supporter e tecnici al loro seguito. Atmosfera 100% CSI, tanti sorrisi, voglia di correre, ma soprattutto di stare insieme condividendo la grande passione per l'atletica declinata nella corsa sui prati. E che prati a Calco in località Saint Germain Laprade!
Un verde acceso, punteggiato dalle maglie multicolori degli atleti giunti da tutta Italia (11 regioni) per l'appuntamento annuale con la corsa campestre valida per l'assegnazione delle maglie associative tricolori. Ricca e soleggiata la manifestazione podistica nazionale, tra le più importanti in Italia a livello giovanile, possibile grazie al contributo e al patronato di Regione Lombardia, con il patrocinio della Provincia di Lecco, il patrocinio ed il contributo dei Comuni di Calco e di Brivio e realizzata in collaborazione con il CSI Lombardia e la società sportiva locale del GS Virtus Calco.
Dopo la sfilata delle Regioni partecipanti, aperta dal Gruppo folcloristico "La Brianzola", che ha suonato l'inno nazionale con i caratteristici firlinfeu e l'accensione del tripode, sono iniziate subito le gare susseguitesi come da programma fino a metà pomeriggio. Poi la Santa Messa celebrata dal parroco di Calco, Don Giuseppe Sala dall'assistente ecclesiastico del CSI Lecco, Don Andrea Mellera e da Don Franco Torresani, il prete "volante" trentino che poco prima si era tolto la soddisfazione di vincere ancora un titolo nazionale (il suo quarto nel panorama CSI) categoria veterani B. A chiudere la prima giornata di gare le premiazioni di società, con la vittoria nel settore giovanile dei diavoli rossi del GS CSI Morbegno (Comitato di Sondrio) davanti ai trentini dell'US 5 Stelle Seregnano e all'Atletica ECM Foligno; nel settore assoluto il GP Santi Nuova Olonio (Sondrio) precede i vicini di casa del GS CSI Morbegno ed il terzo posto va alla vicentina Polisportiva Dueville. Entusiasmo alle stelle per l'ambitissima classifica generale che, sommando i punteggi di entrambe, vede sul gradino più alto del podio i valtellinesi del GS CSI Morbegno (a distanza di 11 anni dal successo ad Acqui Terme) con l'US 5 Stelle Seregnano al 2° posto e il GP Santi Nuova Olonio al terzo.
Significativa la partecipazione di diversi atleti "special", molto applauditi e tifati, grazie alle società Briantea 84, Oltretutto 97, CO Piateda, CSC Cortenova e Sport Atlante. Nelle sei categorie a loro dedicate tre successi per il comitato di Lecco ed uno a testa per Padova, Feltre e Como.
Citazione d'obbligo per gli altri 24 campioni nazionali CSI, tutti premiati dalle autorità presenti, tra cui il presidente nazionale del CSI, Vittorio Bosio, il presidente del CSI Lombardia, Paolo Fasani, il presidente della FIDAL Lombardia, Gianni Mauri e il sindaco di Calco Stefano Motta:

Angel Maschera (Atletica ECM Foligno\Esordienti 1° anno f),
Geremia Maistrello (Pol. Dueville\Esordienti 1° m),
Chiara De Nard (Atl. Lamon\Esordienti 2° anno f),
Pietro Gosatti (GS CSI Tirano\Esordienti 2° anno m),
Allegra Iori (Atl. Reggio\Ragazze A),
Federico Deflorian (US Cornacci Tesero\Ragazzi A),
Maissara Iwena (CSC Cortenova\Ragazze B),
Giuseppe Tirinzoni (GP Talamona\Ragazzi B),
Chiara Marangon (Pol. Valdagno\Cadette),
Davide Songini (GS Valgerola\Cadetti),
Alessia Miniutti (GS Astra\Allieve),
Francesco Gianola (AS Premana\Allievi),
Leila Colussi (US Virtus Nemeggio\Junior f),
Yassine Lamnaouar (Pol. Pontremolese\Junior m),
Gloria Tessaro (Pol. Dueville\Senior f),
Massimo Guerra (Pol. Dueville\Senior m),
Laura Nardo (Pol. Pagnona\Amatori A f),
Daniel Antonioli (Team Pasturo\Amatori A m),
Sabrina Boldrin (Atl. Cortina\Amatori B f),
Graziano Zugnoni (GP Santi\Amatori B m),
Simonetta Menestrina (US 5 Stelle Seregnano\Veterane A),
Roberto Pedroncelli (GP Santi\Veterani A),
Donatella Rota (Pol. Pagnona\Veterana B),
Franco Torresani (Sci Club Fondisti Alta Val di Non\Veterani B).

Premiati con la medaglia d’oro 10 atleti lombardi, 5 del comitato di casa di Lecco e 5 di Sondrio, 8 atleti veneti (4 di Vicenza, 3 di Feltre ed uno di Belluno, quindi tre titoli trentini ed un campione a testa anche per Umbria, Emilia Romagna e Toscana.
Nessun oro per il GS CSI Morbegno, ma tanti importantissimi piazzamenti. L’atletica CSI è infatti partecipazione e passione intergenerazionale. Raggiante e assai soddisfatto Giovanni Ruffoni, il presidente dei “Diavoli Rossi” campioni del cross 2024, che appena ricevuta la coppa più ambita ha dichiarato: "Siamo felicissimi di questo risultato, era il nostro obiettivo stagionale e l'abbiamo raggiunto grazie all'impegno corale di tutti gli atleti che hanno gareggiato. La cosa più bella a Calco è stato il grandissimo tifo. Ognuno di noi è stato spinto a dare il massimo dai compagni di squadra. Come GS CSI Morbegno avevamo vinto 11 anni fa ad Acqui Terme e oggi il bis a Calco".

Per la cronaca la domenica dedicata, a Brivio lungo l’Adda, allo Staffettone delle Regioni, con squadre formate da 5 atleti corregionali, ha visto premiata nel circuito giovanile l’alleanza lombarda fra la Valgerola Sondrio e il Cortenova Lecco che ha vinto le staffette sia maschili sia, femminili. Il Friuli ha chiuso in entrambe le gare al terzo posto, mentre l’argento è andato alle 5 ragazze comasche dell’Atletica Alto Lario, ed ai ragazzi della mista societaria portacolori di Belluno, lo stesso comitato che qualche minuto più tardi ha potuto esultare due volte per la vittoria nell’assoluta femminile e maschile. Fra le donne il mix di atlete del comitato veneto (Modesto Team, Santa Giustina, Atletica Cortina, GS Astra, e Virtus Nemeggio) è insuperabile. Staccate di 50 secondi la selezione di atlete del Csi Vicenza. Bronzo lombardo con sul podio 4 atlete lecchesi in maglia Cortenova ed una del Team Pasturo.
Il più veloce quintetto maschile, a forte trazione Modesto Team, ha visto passarsi il testimone a 4 staffettisti della neonata squadra del Csi bellunese con un atleta del Gs Astra in seconda frazione . Sul podio assoluto maschile salgono anche le 5 frecce d’argento della Pol. Dueville Vicenza e le altre 5 del Gruppo Podistico Nuova Santi Olonio.

FOTOGALLERY